La voce della grazia

San Claudio La Colombière (1641-1682), gesuita - Riflessioni cristiane

dicembre 12 , 2021
La coscienza è la voce di Dio. Nella maggior parte delle persone, questa voce è disprezzata, ascoltata male o completamente spenta. È disprezzata in coloro che non vogliono far nulla di ciò che dice; mal ascoltata in coloro che gli fanno dire ciò che vogliono; spenta in coloro che la disprezzano senza essere rimproverati. L'ultimo di questi stati è senza dubbio il peggiore, poiché è difficile uscirne ed è uno stato disperato. Ma gli altri portano a questo, e, a parte il fatto che è più facile uscirne rispetto all'ultimo, si può dire che sono terribili. L'ultimo è il dolore degli altri. Disprezziamo questa voce, questo è il primo passo. Ci avverte del male che abbiamo fatto, del male che dobbiamo evitare, del bene che possiamo fare. Per una volta che obbediamo, quante volte disprezziamo questa voce? Eppure è la voce della ragione, è la voce dell'uomo, è il nostro giudizio, è ciò che riteniamo più ragionevole. Ecco perché Dio ci condannerà solo in base al giudizio che abbiamo dato di noi stessi. Questa è la voce della grazia. Questo consiglio, questo buon consiglio che ricevi nel profondo del tuo cuore, è il prezzo del sangue di Gesù Cristo, è il seme dell'eternità, è la voce dello Spirito Santo.     

La piccola chiesa di San Donnino

Close

Centovent’anni fa, precisamente nel 1901, la comunità di Castione de’ Baratti era in attesa di un importantissimo evento. Nei mesi primaverili si lavorò fervorosamente per poter giungere, verso l’estate, all’annuncio tanto atteso: tutto era pronto per l’inaugurazione del “nuovo Oratorio di San Donnino” presso la località di Orio ¹ . L’annuncio ufficiale venne esteso alla popolazione e pubblicato su “La...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

San Nicola
04 dicembre, domenica, ore 11.00 Leggi