L'accecamento degli uomini

Simeone il Nuovo Teologo (ca 949-1022), monaco greco - Inno 53

dicembre 02 , 2022
[Cristo dice:] [Quando ho creato Adamo] gli ho dato il dono di vedermi e così di avere la dignità degli angeli. (...) Vedeva tutto quanto avevo creato con gli occhi del corpo ma con gli occhi dell'intelligenza, vedeva il mio volto, il volto del suo Creatore. Contemplava la mia gloria e stava con me a qualunque ora. Ma quando, trasgredendo il mio comando, ha mangiato del frutto dell'albero, è diventato cieco . ed è caduto nell'oscurità della morte (...). Ma ho avuto compassione di lui e sono venuto dall'alto. Io, l'assolutamente invisibile, Ho preso la consistenza della carne. Prendendo dalla carne un inizio, divenuto uomo, sono stato visto da tutti. Perché ho potuto accettare tutto questo? Perché è la vera ragione per cui avevo creato Adamo: perché mi vedesse. Quando è stato accecato e, dietro di lui, tutti i suoi discendenti, non sopportavo più di essere, io, nella gloria divina, e di abbandonare, (...) coloro che avevo creati con le mie mani; sono diventato in tutto simile all'uomo, corporale con i corporali, e volontariamente mi sono unito ad essi. Pensa quale è il mio desiderio di esser visto dagli uomini (...)! Come puoi dunque dire che mi nascondo a te, che non mi lascio vedere? In verità io risplendo, ma tu non mi guardi.     

La Sacra Bibbia

Close

Leggi la Bibbia online, direttamente sul sito della tua parrocchia

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Giornata del Malato
03 febbraio, venerdì Leggi

Festa della Ceriola
05 febbraio, domenica Leggi

Caritas - Carrello solidale: aperture di febbraio
6, 7, 8 febbraio Leggi

Falò di Carnevale
18 febbraio, sabato, dalle ore 19.45 Leggi