Le parabole del tesoro e della perla

San Giovanni Crisostomo (ca 345-407), sacerdote ad Antiochia poi vescovo di Costantinopoli, dottore della Chiesa - Omelia sul Vangelo di San Matteo, 47, 2

luglio 27 , 2022
Le due parabole, del tesoro e della perla, insegnano la stessa cosa: bisogna preferire il messaggio evangelico ad ogni altro tesoro ... Ma c’è qualcosa di ancor più meritorio: occorre preferirlo con piacere, con gioia, senza esitare. Non dimentichiamolo mai: rinunciare a tutto per seguire Dio, è guadagnare piuttosto che perdere. La predicazione del Vangelo è nascosta nel mondo come un tesoro nascosto, un tesoro inestimabile. Per procurarsi questo tesoro, due condizioni sono necessarie: la rinuncia ai beni del mondo e un coraggio saldo. Si tratta infatti di « un mercante in cerca di perle preziose » che « trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi » per comprarla. Questa perla unica è la verità, e la verità è una, non si divide. Possiedi una perla? Allora, tu conosci la tua ricchezza: è racchiusa fra le tue mani; tutti gli altri ignorano la tua fortuna. Così è del Vangelo: se l’abbracci con fede, se resta racchiuso nel tuo cuore, quale tesoro possiedi! Tu solo lo conosci: chi non crede ne ignora la natura e il valore e non ha alcuna idea della tua incalcolabile ricchezza.     

La Sacra Bibbia

Close

Leggi la Bibbia online, direttamente sul sito della tua parrocchia

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Giornata del Malato
03 febbraio, venerdì Leggi

Festa della Ceriola
05 febbraio, domenica Leggi

Caritas - Carrello solidale: aperture di febbraio
6, 7, 8 febbraio Leggi

Falò di Carnevale
18 febbraio, sabato, dalle ore 19.45 Leggi