Lo spirito di proprietà o la povertà in Spirito?

San Giovanni della Croce (1542-1591), carmelitano, dottore della Chiesa - Avvisi e sentenze

agosto 17 , 2021
Non abbiate nessun desiderio se non quello di entrare, solo per amore di Cristo, nel distacco, nel vuoto e nella povertà riguardo a tutto quanto esiste sulla terra. Non proverete altri bisogni che quelli ai quali avrete così sottomesso il vostro cuore; il povero in spirito (Mt 5,3) non è mai così felice come quando si trova nell'indigenza; colui che ha un cuore che non desidera nulla, vive sempre tranquillo. I poveri in Spirito danno con grande liberalità tutto quanto possiedono. La loro gioia è di sapere farne a meno, offrendolo per amore di Dio e del prossimo (Mt 22,37s). (…) Non solo i beni, le gioie e i piaceri di questo mondo ci occupano e ci fanno perdere tempo nella marcia verso Dio, ma pure le gioie e le consolazioni spirituali sono un ostacolo nell’andare avanti se le riceviamo o le ricerchiamo con uno spirito di proprietà.     

Liturgia delle Ore

Close

Il sito della parrocchia come strumento di preghiera: la Liturgia delle Ore

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Festa del centenario di Fondazione del Gruppo Alpini
10 luglio, domenica Leggi