“Lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, egli v'insegnerà ogni cosa”

Simeone il Nuovo Teologo (ca 949-1022), monaco greco - Inno 21 ; SC 174

maggio 16 , 2022
Coloro che hanno per maestro lo Spirito non hanno bisogno della conoscenza umana ma, illuminati dalla luce dello Spirito, guardano il Figlio, vedono il Padre e adorano La Trinità delle Persone, l’unico Dio, che è uno in modo ineffabile… Basta! uomo; trema, tu che sei di natura mortale, e ricorda che sei stato creato dal nulla e uscendo dal grembo di tua madre hai visto il mondo creato per te. Se tu potessi conoscere l’altezza del cielo o spiegare la natura del sole, della luna e delle stelle, dove si trovano collocate e come si spostano…, o anche la natura della terra da cui sei stato tratto, i suoi confini e le sue misure, la grandezza e la larghezza… se avessi scoperto il fine di ogni cosa e avessi contato la sabbia del mare e se potessi anche conoscere la tua natura…, allora potresti immaginare il tuo creatore, come nella Trinità c’è l’unità senza confusione e nell’Unità c’è la Trinità senza divisione. Cerca lo Spirito!... Forse Dio ti consolerà e te lo darà, come ti ha dato già di vedere il mondo e il sole e la luce del giorno, sì, si degnerà d’illuminarti ora allo stesso modo…, t’illuminerà con la luce del Triplice Sole… Capirai allora la grazia dello Spirito: anche quando è assente è presente con la sua potenza ; presente, non si vede a causa della natura divina ; è dovunque e da nessuna parte. Se vuoi vederlo coi sensi, dove potrai trovarlo? Da nessuna parte, dirai semplicemente. Ma sei hai la forza di guardarlo spiritualmente, sarà Lui ad illuminare il tuo spirito e aprirà gli occhi del tuo cuore.     

Comunità in cammino

Close

Hai perso un numero del giornalino parrocchiale? Vuoi rileggere un articolo? Tutti le uscite disponibili per il download!

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Festa del centenario di Fondazione del Gruppo Alpini
10 luglio, domenica Leggi