"Lo vide e ne ebbe compassione"

San Gregorio Magno (ca 540-604), papa, dottore della Chiesa - Esposizioni sui salmi penitenziali, PL 79, 581

ottobre 08 , 2018
O Signore Gesù, possa tu, spinto dalla pietà, avere la bontà di avvicinarti a me. Scendendo da Gerusalemme a Gerico, caddi dalle alture nei nostri bassifondi, da un luogo dove gli esseri sono pieni di vita, ad un paese di malati. Vedi: sono incappato negli angeli di tenebra che non soltanto mi hanno spogliato del vestito della grazia, ma dopo avermi percosso, mi hanno lasciato mezzo morto. Possa tu fasciare le ferite dei miei peccati, dopo avermi dato la speranza di ritrovare la salute, per paura che peggiorIno se dovessi perdere la speranza della guarigione. Possa tu ungermi con l’olio del tuo perdono e versare sopra di me il vino della compunzione. Se tu mi caricassi sopra il tuo giumento, allora “solleveresti l’indigente dalla polvere” e “dall”immondizia rialzeresti il povero” (Sal 113,7). Sei infatti colui che ha portato i nostri peccati, colui che ha pagato per noi un debito che non avevi contratto. Se mi conducessi nella locanda della tua Chiesa, lì mi nutriresti della cena del tuo Corpo e del tuo Sangue. Se ti prendessi cura di me, non disobbedirei più ai tuoi ordini, non attirerei più la rabbia delle bestie infuriate. Infatti ho un grande bisogno di te finché porto questa carne soggetta al peccato. Dunque ascoltami, sono il Samaritano spogliato e ferito, che piange e geme, chiamandoti e gridando con Davide: “Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia!” (Sal 51,3)    

Comunità in cammino

Close

Hai perso un numero del giornalino parrocchiale? Vuoi rileggere un articolo? Tutti le uscite disponibili per il download!

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 15 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 15 Leggi

Visita alle Famiglie
Venerdì 17 Leggi