"Molti verrano dall'oriente e dall'occidente e siederanno a mensa... nel Regno dei cieli"

Eusebio di Cesarea (ca 265 - 340), vescovo, teologo - Commento evangelico, II, 3, 35; SC 228

dicembre 04 , 2017
Molte testimonianze della Scrittura mostrano che le nazioni pagane non hanno ricevuto grazie meno numerose del popolo giudeo. Se i giudei... partecipano alla benedizione di Abramo, l'amico di Dio, perché sono i suoi discendenti, ricordiamoci che Dio si è impegnato a dare ai pagani una benedizione simile non soltanto a quella di Abramo, ma anche a quella di Isacco e di Giacobbe. Ha predetto esplicitamente infatti che tutte le nazioni sarebbero state benedette allo stesso modo e invita tutti i popoli a una sola e medesima gioia con questi beati amici di Dio: "Esultate, o nazioni, per il suo popolo" (Dt 32,43) e ancora: "I capi dei popoli si sono raccolti con il popolo del Dio di Abramo" (Sal 47,10). Se Israele si glorifica del Regno di Dio, dicendo che questo è la sua eredità, gli oracoli divini gli mostrano che Dio regnerà anche sugli altri popoli: "Dite tra i popoli: Il Signore regna" (Sal 96,10) e ancora: "Dio regna sui popoli" (Sal 47,9). Se i giudei sono stati scelti per essere i sacerdoti di Dio e per rendergli un culto..., la parola di Dio ha promesso di comunicare alle nazioni lo stesso ministero: "Date al Signore, o famiglie dei popoli, date al Signore gloria e potenza, date al Signore la gloria del suo nome. Portate offerte ed entrate nei suoi atri" (Sal 96,7-8)... E se anticamente, in un primo tempo, "porzione del Signore è il suo popolo; Giacobbe è la sua eredità" (Dt 32,9), in un secondo tempo, la Scrittura afferma che tutti i popoli saranno dati in eredità al Signore secondo la parola del Padre: "Chiedi a me, ti darò in possesso le genti" (Sal 2,8). La profezia annuncia anche che "dominerà" non soltanto in Giudea, ma "da mare a mare, dal fiume sino ai confini della terra; lo serviranno tutte le nazioni; in lui saranno benedette tutte le stirpi della terra" (Sal 72, 8.11.17). In questo modo il Dio dell'universo "ha manifestato la sua salvezza agli occhi dei popoli" (Sal 98,2).    

Pietro Carnerini

Close

Nasce a Traversetolo il 4 ottobre 1887 da Domenico Carnerini e Marcella Rizzardi. Ha cinque fratelli: Emilio, Virginio, Giuseppe, Maria ed Emilia. Nel 1900, quando già lavora nella falegnameria del padre, manifestando uno spiccato interesse artistico e buone doti di disegnatore, entra nella Fonderia Baldi, dove lavorano anche Brozzi, Ghiretti e Minari, per meglio apprendere l’arte del disegno e della modellazione. Dal 1903, viste le sue capacità, viene...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

S. Rosario
02 dicembre, venerdì, ore 17.25 Leggi

Caritas - Carrello solidale: aperture di dicembre
1 e 2 dicembre Leggi

Harvey
03 dicembre 2022, sabato, ore 21:00 Leggi

San Nicola
04 dicembre, domenica, ore 11.00 Leggi