"Nemmeno un capello del vostro capo perirà. Con la vostra perseveranza salverete le vostre anime"

Sant'Agostino (354-430), vescovo d'Ippona (Africa del Nord) e dottore della Chiesa - Esposizioni sui salmi, 26, 2

novembre 29 , 2017
"Contro di me sono insorti testimoni che spirano violenza" (Sal 26,12)... Il salmista si dibatte nelle mani di coloro che lo perseguitano e lo tormentano; è senza fiato, fatica, ma tiene duro; rimane saldo perché Dio lo sostiene, Dio lo aiuta, Dio lo conduce, Dio lo guida. Allo stesso tempo trasportato dalla gioia, per quello che ha potuto ammirare e cantare, e oppresso dai gemiti per quello che ha dovuto sopportare, alla fine, respira e grida: "Sono certo di contemplare la bontà del Signore nella terra dei viventi" (v.13). Quanto sia dolce la bontà del Signore, immortale, incomparabile e immutabile! E quando ti vedrò, o bontà del Signore? "Sono certo di contemplarti", ma non sulla terra dei mortali, bensì "sulla terra dei viventi". Il Signore mi porterà fuori dalla terra dei mortali, lui che, per me, si è degnato di entrare in questa terra dei mortali e di morire fra le mani dei mortali... Anche noi ascoltiamo la voce del Signore che di lassù ci esorta, ci consola; ascoltiamo la voce di colui che abbiamo come padre e madre (cf v. 10). Infatti egli ha ascoltato i nostri gemiti, ha visto i nostri sospiri, ha scrutato i desideri del nostro cuore, conosce "l'unica cosa che chiediamo" (v. 4). Grazie all'intercessione di Cristo, egli ha accolto favorevolmente la nostra unica preghiera, la nostra unica domanda. E mentre terminiamo il nostro pellegrinaggio in questo mondo, per quanto sia lunga la strada, non rifiuterà ciò che ha promesso. Ci dice: "Spera nel Signore". È onnipotente colui che ha promesso, è veritiero, è fedele. "Spera nel Signore, sii forte" (v. 14). Quindi non lasciarti turbare.    

Lo stemma del comune

Close

La nostra Chiesa come memoria storica dello stemma del Comune di Traversetolo L'araldica civica italiana è vincolata da norme precise, stabilite con il Regio Decreto del 5 luglio 1896, n. 314, valide genericamente per tutti i Comuni e le città italiane. Tale documento istituì il \"Libro Araldico degli Enti Morali\" dove, ancora oggi, vengono inseriti tutti i decreti concessivi di stemmi, gonfaloni, sigilli e bandiere ad enti territoriali e...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Agenda del Vescovo : Messa
29 marzo 2020, domenica ore: 11:00 Leggi

Agenda del Vescovo : Messa
29 marzo 2020, domenica ore: 10:00 Leggi

Agenda del Vescovo : Riflessioni della sera
29 marzo 2020, domenica ore: Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 31 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 31 Leggi