"Oggi la salvezza è entrata in questa casa"

Sant'Efrem Siro (ca 306-373), diacono in Siria, dottore della Chiesa - Commento al vangelo concorde, 5, 20-21; SC 121

novembre 17 , 2020
Zaccheo pregava così nel suo cuore: "Beato chi è degno di ricevere questo Giusto nella sua casa". Nostro Signore gli dice: "Zaccheo, scendi subito!" E lui, vedendo che il Signore conosceva il suo pensiero, dice: "Se conosce ciò, sa anche tutto ciò che ho fatto". Ecco perché dichiara: "Se ho frodato qualcuno, restituisco quattro volte tanto". "Presto, scendi dal fico, poiché voglio venire a casa tua". Grazie a questo secondo fico, quello di questo capo dei pubblicani, il primo, quello di Adamo, è dimenticato, ed anche il nome di Adamo è superato grazie al giusto Zaccheo (...): "Oggi la vita è arrivata in questa casa". (...) Con la sua pronta obbedienza chi ieri era solo un ladro oggi diviene un benefattore; chi ieri era esattore delle imposte, oggi diventa un discepolo. Zaccheo ha lasciato la legge antica; è salito su un albero di fico inerte, segno del suo spirito sordo. Ma questo salire è segno della salvezza. Ha abbandonato la bassezza; è salito in alto per vedere la divinità. Nostro Signore si affretta a farlo scendere dal fico disseccato, il suo vecchio modo di essere, perché non resti sordo. E mentre si accendeva in lui l'amore per nostro Signore, ha bruciato in sé l'uomo vecchio per formare un uomo nuovo.    

La Sacra Bibbia

Close

Leggi la Bibbia online, direttamente sul sito della tua parrocchia

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Giornata del Malato
03 febbraio, venerdì Leggi

Festa della Ceriola
05 febbraio, domenica Leggi

Caritas - Carrello solidale: aperture di febbraio
6, 7, 8 febbraio Leggi

Falò di Carnevale
18 febbraio, sabato, dalle ore 19.45 Leggi