Oggi sorge l'aurora della salvezza

Sant'Andrea di Creta (660-740), monaco e vescovo - Discorso I, per la Natività della Santa Madre di Dio ; PG 97, 805

settembre 08 , 2018
Non siamo più schiavi degli elementi del mondo, come dice l'apostolo Paolo ; non siamo più oppressi dal giogo della legge, nel regime vecchio della lettera (Col 2,8 ; Rm 7,6). Infatti, il dono che Cristo ci ha fatto consiste essenzialmente in questo; in questo viene manifestato il mistero e la natura viene rinnovata: Dio si è fatto uomo e l'uomo assunto è stato divinizzato. Fu quindi necessario che la dimora di Dio tra gli uomini, splendida e manifesta per tutti, fosse preceduta da un'introduzione alla gioia, da cui sarebbe scaturito per noi il dono magnifico della salvezza. Ecco quindi l'oggetto della festa da noi celebrata oggi: la nascita della madre di Dio inaugura il mistero che si concluderà e si compirà pienamente con l'incarnazione del Verbo... Ecco che Maria Vergine nasce e si prepara ad essere madre del Re dell'universo attraverso tutti i secoli... Ed ecco che noi riceviamo dal Verbo un dono doppio: egli ci conduce alla verità e ci svincola dalla vita di schiavitù, sotto la lettera della legge. In quale modo e per quale mezzo? Senza dubbio perché l'ombra si allontana al sorgere della luce, perché la grazia sostituisce la libertà alla lettera. La festa che celebriamo oggi si trova precisamente a questa frontiera, poiché stabilisce un legame tra la verità e le immagini che la prefiguravano, sostituisce il nuovo all'antico. Canti e danzi tutta la creazione , partecipando nel miglior modo possibile alla gioia di questo giorno! Il cielo e la terra formino oggi un'unica assemblea! Tutto ciò che è nel mondo e al di sopra del mondo si unisca in un medesimo concerto festoso! Oggi, infatti, viene elevato il santuario creato nel quale risiederà il Creatore dell'universo; e secondo questa nuova disposizione, una creatura è preparata per offrire una dimora sacra al Creatore.     

Mons. Alberto Spagnoli

Close

Ricordo di MONS. ALBERTO SPAGNOLI(19 marzo 1923 – 13 ottobre 1998) Per ricordare questo sacerdote che dal 1978 al 1998 ha guidato la Comunità di Traversetolo, riportiamo quanto di lui ha scritto, alcuni anni fa, don Domenico Magri (recentemente scomparso), e pubblicato in “Vescovipretisuoreamici”, Editrice Likecube – 2012. “Il mio ricordo di Don Alberto Spagnoli: è...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

San Nicola
04 dicembre, domenica, ore 11.00 Leggi