Pane per il viaggio: "Ogni volta che mangiate di questo pane… voi annunziate la morte del Signore finché egli venga" (1Cor 11,26)

San Gaudenzio da Brescia (? - dopo il 406), vescovo - Trattati, 2; PL 20, 859

dicembre 06 , 2017
Il sacrificio celeste istituito da Cristo è veramente il dono eredità del suo Nuovo Testamento: è il dono che ci ha lasciato come pegno della sua presenza quella notte, quando veniva consegnato per essere crocifisso. È il viatico del nostro cammino. È alimento e sostegno indispensabile per poter percorrere la via della vita, finché non giungiamo, dopo aver lasciato questo mondo, alla nostra vera meta, che è il Signore. Perciò egli disse: "Se non mangerete la mia carne e non berrete il mio sangue, non avrete la vita in voi" (Gv 6, 53). E proprio al fine di non lasciarci privi di questa necessaria risorsa, comandò agli apostoli, cioè ai primi sacerdoti della Chiesa, di celebrare sempre i misteri della vita eterna… È dunque necessario che i sacramenti siano celebrati dai sacerdoti nelle singole chiese del mondo sino al ritorno di Cristo dal cielo, perché tutti, sacerdoti e laici, abbiamo ogni giorno davanti agli occhi la viva rappresentazione della Passione del Signore, la tocchiamo con mano, la riceviamo con la bocca e col cuore ... " Gustate e vedete quanto è buono il Signore" (Sal 34,9).    

Mamiano protesta

Close

Nel dicembre del 1910 la frazione di Mamiano si riteneva offesa dall’Amministrazione Comunale del capoluogo che non aveva approvato il progetto per la nuova Via degli Argini presentato dalla Provincia. Eppure, sostenevano i mamianesi, Mamiano è la villa che porta al medesimo i migliori contributi di rendita. Ma c’era anche dell’altro nella protesta: Non sappiamo se il nostro Comune abbia nominata una Commissione per l’osservanza del regolamento...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Festa del centenario di Fondazione del Gruppo Alpini
10 luglio, domenica Leggi