Pane per il viaggio: "Ogni volta che mangiate di questo pane… voi annunziate la morte del Signore finché egli venga" (1Cor 11,26)

San Gaudenzio da Brescia (? - dopo il 406), vescovo - Trattati, 2; PL 20, 859

dicembre 06 , 2017
Il sacrificio celeste istituito da Cristo è veramente il dono eredità del suo Nuovo Testamento: è il dono che ci ha lasciato come pegno della sua presenza quella notte, quando veniva consegnato per essere crocifisso. È il viatico del nostro cammino. È alimento e sostegno indispensabile per poter percorrere la via della vita, finché non giungiamo, dopo aver lasciato questo mondo, alla nostra vera meta, che è il Signore. Perciò egli disse: "Se non mangerete la mia carne e non berrete il mio sangue, non avrete la vita in voi" (Gv 6, 53). E proprio al fine di non lasciarci privi di questa necessaria risorsa, comandò agli apostoli, cioè ai primi sacerdoti della Chiesa, di celebrare sempre i misteri della vita eterna… È dunque necessario che i sacramenti siano celebrati dai sacerdoti nelle singole chiese del mondo sino al ritorno di Cristo dal cielo, perché tutti, sacerdoti e laici, abbiamo ogni giorno davanti agli occhi la viva rappresentazione della Passione del Signore, la tocchiamo con mano, la riceviamo con la bocca e col cuore ... " Gustate e vedete quanto è buono il Signore" (Sal 34,9).    

Comunità in cammino

Close

Hai perso un numero del giornalino parrocchiale? Vuoi rileggere un articolo? Tutti le uscite disponibili per il download!

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Virgo Fidelis
21 novembre, giovedì, ore 20.30 Leggi

Il Chicco
24 novembre, domenica, ore 15.30 Leggi

Bhollywood a Traversetolo
30 novembre 2019, sabato, ore 20:00 Leggi

San Nicola
06 dicembre, venerdì, ore 19.00 Leggi

Rosario CVS
06 dicembre, venerdì, ore 17.25 Leggi