“Perché ve ne state qui tutto il giorno oziosi?”

San Gregorio Magno (ca 540-604), papa, dottore della Chiesa - Omelie sul Vangelo, n. 19

agosto 23 , 2017
Possiamo ripartire le diverse ore del giorno fra le età della vita dell'uomo. Le prime ore sono l'infanzia della nostra intelligenza. L'ora terza può paragonarsi all'adolescenza, poiché il sole comincia a salire, per così dire, nel senso che gli ardori della gioventù cominciano a riscaldarsi. L'ora sesta è l'età della maturità: il sole vi si stabilisce come punto di equilibrio, poiché l'uomo è arrivato alla pienezza della forza. L'ora nona indica l'anzianità, dove il sole scende in qualche modo dall'alto del cielo, perché gli ardori dell'età matura si raffreddano. Infine l'undicesima ora è l'età che si definisce vecchiaia ... Poiché alcuni conducono una vita onesta fin dall'infanzia, altri nell'adolescenza, altri nell'età matura, altri nell'anzianità, altri infine nell'età più avanzata, è come se fossero chiamati alla vigna nelle diverse ore del giorno. Esaminate dunque il vostro modo di vivere, fratelli, e guardate se avete cominciato ad agire come gli operai di Dio. Riflettete bene, e considerate se lavorate alla vigna del Signore ... Chi non ha voluto vivere per Dio fino all'ultimo momento della vita è come l'operaio rimasto ozioso fino all'undicesima ora... “Perché ve ne state qui tutto il giorno oziosi?” E' come dire chiaramente: “Se non avete voluto vivere per Dio in gioventù e nell'età matura, almeno pentitevi nell'ultimo tempo... Venite quanto meno sulle vie della vita”.... Il ladrone non è forse venuto all'ultima ora? (Lc 23,39s) Non per l'età avanzata, ma per la sua condanna si è trovato alla sera della vita. Ha confessato Dio sulla croce, e ha reso l'ultimo respiro nel momento in cui il Signore dava la sua sentenza. Ed il Signore del posto, ammettendo il ladrone prima di Pietro nel riposo del paradiso, ha ben distribuito il salario a cominciare dall'ultimo.    

San Michele Arcangelo in Sivizzano

Close

Le notizie attorno alla chiesa di Sivizzano sono scarsissime, tuttavia la sua dedicazione a San Michele, santo sovente ricordato nelle prime consacrazioni longobarde, indurrebbe a supporre un’epoca di origine molto antica. Della sua presenza però si viene a conoscenza solamente attraverso le decime del 1230. Nel Capitulum Decimarum, all’interno del pievato di san Martino di Traversetolo, si trascrive Capelle de Sivizzano. Stranamente, nel...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Agenda del Vescovo : Messa a Santa Maria del Piano
21 settembre 2019, sabato ore: 08:00 Leggi

Appuntamenti diocesani : Come sigillo sul cuore
21 settembre 2019, sabato ore: 17:00 Leggi

Porte aperte
22 settembre, domenica, dalle ore 10.00 Leggi

Incontro di preghiera del gruppo mariano "il chicco"
22 settembre, domenica, ore 15.30 Leggi

Agenda del Vescovo : Incontro con i cresimandi
22 settembre 2019, domenica ore: 16:00 Leggi