"Prega il Padre tuo nel segreto"

Sant'Agostino (354-430), vescovo d'Ippona (Africa del Nord) e dottore della Chiesa - Spiegazione del Discorso dalla montagna, 3,11 (Nuova Biblioteca Agostiniana)

giugno 20 , 2018
"Quando pregate, dice Gesù, entrate nella vostra camera da letto". Evidentemente la camera è il cuore stesso che viene anche indicato in un salmo, in cui si dice: "Sul vostro giaciglio riflettete e placatevi" (Sal 4, 5). "E chiudendo la porta, continua Gesù, pregate il Padre vostro nel segreto". È troppo poco entrare nelle camere da letto, se la porta è aperta agli sfacciati, perché attraverso la porta le cose esterne irrompono dentro a frotte e disturbano la nostra interiorità. Ho detto che sono fuori tutte le cose poste nel tempo e nello spazio, le quali attraverso la porta, cioè attraverso il senso esteriore, s'introducono nei nostri pensieri e con la confusione delle varie immaginazioni ci disturbano mentre preghiamo. Si deve quindi chiudere la porta, cioè opporsi al senso esteriore, affinché la preghiera proveniente dallo spirito si levi al Padre perché essa avviene nel profondo del cuore, quando si prega il Padre nel segreto. "E il Padre vostro che vede nel segreto vi ricompenserà". ... Il Signore non ha l'intenzione di esortarci a pregare, ma di insegnarci come dobbiamo pregare; e precedentemente non ci raccomandava di fare l'elemosina, ma con quale intenzione dobbiamo farla. Difatti ingiunge di purificare il cuore e lo purifica il solo e schietto anelito alla vita eterna in un unico e puro amore della sapienza.    

La Sacra Bibbia

Close

Leggi la Bibbia online, direttamente sul sito della tua parrocchia

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 15 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 15 Leggi

Visita alle Famiglie
Venerdì 17 Leggi