Restare uniti a Gesù in ogni cosa

Beato Columba Marmion (1858-1923), abate - Al seguito di Cristo

luglio 23 , 2020
Piacere al Padre del cielo perché sia glorificato, perché il suo regno venga in noi e tutta la sua volontà si compia, e ciò in modo stabile e totale, è la perfezione. (...) Il risultato di tale attitudine è che "portiamo frutto in ogni opera buona" di cui parla S. Paolo (Col 1,10). E nostro Signore non dichiara forse lui stesso che questa perfezione è gloriosa per Dio: "In questo è glorificato il Padre mio: che portiate molto frutto" (Gv 15,8). Allora, dove prenderemo la forza che deve fecondare tutte le nostre azioni e farci riportare al Padre questa ricca messe di buone opere con le quali glorificarlo? La forza feconda è la grazia che ci viene solo da Gesù. Solo restando uniti a lui potremo essere divinamente fecondi: "Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto" (Gv 15,5). Senza di lui "non possiamo compiere nulla che sia degno di suo Padre", con lui, in lui, portiamo molto frutto: lui è la vigna, noi i tralci. Mi chiederete come "restare" in Gesù? Con la fede, innanzitutto. S. Paolo ci dice che "Cristo abiti per la fede nei vostri cuori" (Ef 3,17). Poi, con l'amore: "Rimanete nel mio amoe" (Gv 15,9), l'amore che, unito alla grazia, ci consegna interamente al servizio di Cristo e all'osservanza dei suoi precetti. (...) Così tutto ci riporta a restare uniti a Gesù in ogni cosa, a contemplarlo sempre per imitarlo, a fare sempre come lui, "per amore", "quello che il Padre mi ha comandato" (Gv 14,31): "io faccio sempre le cose che gli sono gradite" (Gv 8,29). E' il segreto della perfezione, il mezzo infallibile di avere parte al compiacimento che "il Padre ha nel suo Figlio prediletto".    

Liturgia del giorno

Close

Le letture del giorno secondo il calendario liturgico.

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Caritas - Carrello solidale: aperture di giugno
27, 29 e 30 giugno Leggi

Festa del centenario di Fondazione del Gruppo Alpini
10 luglio, domenica Leggi