"Sappiate che il regno di Dio è vicino"

San Clemente di Roma, papa dal 90 al 100 circa - Lettera ai Corinti, 19-23; SC 167

novembre 25 , 2016
Fissiamo lo sguardo sul Padre e Creatore dell'universo; restiamo uniti ai suoi doni di pace e a tutto quanto ci ha dato di bene, magnifico e incomparabile. Contempliamolo col pensiero e consideriamo con gli occhi dell'anima la grande pazienza dei suoi disegni; riflettiamo su come agisce con pace verso tutta la creazione... Infatti diffonde il suo bene su tutta la creazione, a noi dona con prodigalità e sovrabbondanza quando ricorriamo alla sua misericordia... Ma state attenti, carissimi, che i suoi doni così numerosi non si trasformino in condanna per noi, se non viviamo in modo degno di lui... Consideriamo quanto è vicino, che nulla gli sfugge dei nostri pensieri e delle nostre decisioni interiori. E' giusto dunque che non abbandoniamo il nostro posto contro la sua volontà... Non avvenga per noi la parola che dice: "Guai a coloro che che hanno l'anima divisa, coloro che dubitano in cuor loro, coloro che dicono: 'Questo l'abbiamo sentito dire già al tempo dei nostri padri, ma in effetti sono invecchiati e nulla di tutto ciò è accaduto.' Stolti! Paragonatevi a un albero; prendete una pianta della vigna. Prima perde le foglie, poi nasce una gemma, poi una foglia, poi un fiore, e dopo tutto dell'uva verde, poi arriva il grappolo maturo. " Vedete, in poco tempo il frutto dell'albero arriva alla maturità. In verità, sarà rapido ed improvviso il compimento del suo disegno! E' quanto afferma anche la Scrittura: "La sua ora si avvicina, i suoi giorni non saranno prolungati." (Is 13,22) e: "Subito entrerà nel suo tempio il Signore, che voi cercate" (Mal 3,1).    

Liturgia delle Ore

Close

Il sito della parrocchia come strumento di preghiera: la Liturgia delle Ore

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Caritas - Carrello solidale: aperture di agosto
18 agosto, giovedì Leggi