Siamo isolati ma aiutiamoci con la creatività dell’amore

Videomessaggio del Papa per la Settimana Santa

aprile 04 , 2020

“Dite a chi soffre che il Papa è vicino e prega perché il Signore ci liberi presto dal male”. Il Pontefice invia un videomessaggio per la Settimana Santa. Parlando a tutti con tenerezza, esorta alla speranza e ad usare con "generosità" il tempo della distanza imposto alla pandemia

Francesco entra nelle case della gente stavolta con un videomessaggio televisivo che anticipa la Settimana Santa: lo fa sottovoce, dolcemente e come a non voler disturbare, chiede il permesso di conversare con quanti sono stretti nella morsa di questo periodo di sofferenza e isolamento: con le mamme e i papà, i bimbi, ai quali il coronavirus ha rubato spensieratezza e vivacità, con i giovani, gli anziani, i malati, e tutte quelle famiglie che convivono col dolore del lutto.

Ho nel cuore tutte le famiglie, specie quelle che hanno qualche caro ammalato o che hanno purtroppo conosciuto lutti dovuti al coronavirus o ad altre cause. In questi giorni penso spesso alle persone sole, per cui è più difficile affrontare questi momenti. Soprattutto penso agli anziani, che mi sono tanto cari. Non posso dimenticare chi è ammalato di coronavirus, le persone ricoverate negli ospedali.

Per i medici eroi e per chi soffre

Con tenerezza, quasi fotografando l’espressione dipinta sul volto di ciascuno, il Papa torna col pensiero a quanti combattono, ogni giorno, questa guerra dal nemico invisibile. I medici eroi, gli infermieri, ma anche chi sta pagando il prezzo più caro.

Ho presente la generosità di chi si espone per la cura di questa pandemia o per garantire i servizi essenziali alla società. Quanti eroi, di tutti i giorni, di tutte le ore! Ricordo anche quanti sono in ristrettezze economiche e sono preoccupati per il lavoro e il futuro. Un pensiero va anche ai detenuti nelle carceri, al cui dolore si aggiunge il timore per l’epidemia, per sé e i loro cari; penso ai senza dimora, che non hanno una casa che li protegga.

La creatività dell’amore

E’ un momento difficile, anzi difficilissimo, “il Papa lo sa!”, esclama il Pontefice che ancora, con le sue parole, riversa su quanti ascoltano un’onda di affetto capace di raggiungere e lenire i cuori più smarriti. Il suo consiglio di padre in questo momento storico segnato dalla pandemia, è proprio quello di usare al meglio il tempo a disposizione, come fosse un dono. Per vincere paura e sconforto, Francesco propone poi l’antidoto della carità, che è amore di Dio senza limiti, da far risuonare nelle città deserte e silenziose diffondendo così fin da ora l’annuncio della Pasqua.

Cerchiamo, se possiamo, di utilizzare al meglio questo tempo: siamo generosi; aiutiamo chi ha bisogno nelle nostre vicinanze; cerchiamo, magari via telefono o social, le persone più sole; preghiamo il Signore per quanti sono provati in Italia e nel mondo. Anche se siamo isolati, il pensiero e lo spirito possono andare lontano con la creatività dell’amore. Questo ci vuole oggi: la creatività dell’amore.

La fede che nutre la speranza

Sottolineando la modalità insolita con cui avvengono le celebrazioni della Pasqua, il Papa ricorda che il messaggio potente della Risurrezione, non ha affatto cambiato aspetto: “In Gesù risorto, la vita ha vinto la morte” e questa - afferma - è la fede pasquale che deve saper nutrire la nostra speranza. Speranza, che non è illusione e perciò non delude, che arrivi un tempo migliore, in cui essere migliori noi per primi. Richiamando all’unità nello spirito, alla mitezza, all’amore e alla pazienza, Francesco aggiunge al suo tono paterno, la tenerezza espressa da San Giovanni XXIII nel noto "Discorso della Luna" e, come il Papa buono, diventa ancora più vicino, quasi da sentirne la stessa carezza.

Fate un gesto di tenerezza verso chi soffre, verso i bambini, verso gli anziani. Dite loro che il Papa è vicino e prega, perché il Signore ci liberi tutti presto dal male. E voi, pregate per me. Buona cena. A presto!

https://www.vaticannews.va/it/papa/news/2020-04/papa-videomessaggio-settimana-santa-creativita-amore.html

Comunità in cammino

Close

Hai perso un numero del giornalino parrocchiale? Vuoi rileggere un articolo? Tutti le uscite disponibili per il download!

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Sulla misura del cuore di Cristo
28 maggio, giovedì, ore 20.45 Leggi

Veglia di Pentecoste
30 maggio, sabato Leggi

Solennità di Pentecoste
31 maggio, domenica, ore 11.00 Leggi

Incontri di formazione comune
03 giugno, mercoledì, ore 18.00 Leggi

Incontri di formazione comune
04 giugno, giovedì, ore 18.00 Leggi