"Simeone prese il bambino tra le braccia e benedisse Dio"

Beato Guerrico d'Igny (ca 1080-1157), abate cistercense - 1° discorso sulla Purificazione; cfr SC 166

febbraio 02 , 2020
"Siate pronti, ... con le lucerne accese" (Lc 12,35). (...) Mostriamo così, con questo segno visibile, la gioia che condividiamo con Simeone, che porta nelle sue mani la luce del mondo. (...) Siamo ardenti nella devozione e raggianti per le azioni e con Simeone porteremo Cristo fra le braccia. (...) Oggi la Chiesa ha questa bella abitudine, di farci portare delle candele. (...) Chi dunque oggi, tenendo la candela accesa fra le mani non si ricorda del beato vegliardo? In quel giorno prese tra le braccia Gesù, il Verbo presente nella carne, come la luce nella cera, e disse che era lui "la luce destinata a illuminare le genti". Simeone era certamente anche lui "una lucerna accesa" che rendeva "testimonianza alla luce (Gv 5,35; 1,7). Era per questo che era venuto al Tempio, condotto dallo Spirito di cui era colmo, per "ricordare, Dio, la tua misericordia dentro il tuo tempio" (Sal 48,10). O vegliardo raggiante di pace, tu non portavi solo la luce nelle tue mani, ne eri penetrato. Eri così ben illuminato da Cristo che vedevi in anticipo come egli avrebbe illuminato le genti (...), come sarebbe stata splendente oggi la nostra fede. Rallegrati ora, santo vegliardo, guarda oggi quanto avevi intravisto in anticipo: si sono dissipate le tenebre del mondo; "Cammineranno i popoli alla tua luce"; "Tutta la terra è piena della sua gloria" (Is 60,3; 6,3).    

Liturgia delle Ore

Close

Il sito della parrocchia come strumento di preghiera: la Liturgia delle Ore

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Visita alle Famiglie
Martedì 7 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 7 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 8 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi