Tornate a me e vivete!

Sant'Alfonso Maria de' Liguori, (1696-1787), vescovo e dottore della Chiesa - Di cosa conviene colloquiare con Dio?

febbraio 20 , 2021
Volete dare a Dio che vi ama un segno di intima fiducia da cui sarà toccato moltissimo? Quando commettete un peccato, non esitate un attimo a correre subito a gettarvi ai suoi piedi per chiedergli perdono. Comprendete bene, Dio è tanto portato a perdonare che, se i peccatori si ostinano a vivere lontano da lui privi della vita della grazia, piange per la loro perdizione e li invita ad ascoltare gli appelli della sua tenerezza: "Perché volete morire, o Israeliti? Convertitevi e vivrete". (Ez 18,31-32). Promette di accogliere l'anima che scappa, appena viene a gettarsi fra le sue braccia: "Convertitevi a me e io mi rivolgerò a voi" (Za 1,3). Oh! Se i poveri peccatori capissero con quale bontà Nostro Signore li aspetta per perdonarli! "Il Signore aspetta per farvi grazia" (Is 30,18). Se capissero che ha fretta, non di punirli, ma di vederli convertiti, per abbracciarli e serrarli al petto! Sentiamo la sua solenne dichiarazione: "Com'è vero ch'io vivo - oracolo del Signore Dio - io non godo della morte dell'empio, ma che l'empio desista dalla sua condotta e viva" (Ez 33,11). (...) Infine, Dio l'ha dichiarato formalmente, quando un'anima si pente d'averlo offeso, egli perde anche il ricordo dei peccati: "Nessuna delle colpe commesse sarà ricordata" (Ez 18,22). Così dunque, appena siete caduti in errore, alzate gli occhi a Dio, offritegli un atto d'amore e, confessando il vostro peccato, contate fermamente sul suo perdono.     

Vita tranquilla per i sacerdoti di campagna?

Close

Forse molti pensano che la vita dei sacerdoti di campagna fosse anticamente piuttosto tranquilla: piccole parrocchie, solite funzioni, vitto assicurato, tanti fedeli, nessun pericolo. Ma non era così. Di quanto potesse essere difficoltosa ne rende esempio il racconto riportato nella Cronaca lasciata da don Coruzzi, parroco in Bannone dal 19071949, che riporta in luce episodi del passato: “il Molto Reverendo Don Francesco Orsini Priore di Bannone, persona degna,...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Caritas - Carrello solidale: aperture di luglio
05, 06 luglio 2022 Leggi

Festa del centenario di Fondazione del Gruppo Alpini
10 luglio, domenica Leggi