Tutto è stato fatto per mezzo di lui

Venerdì nell'ottava del Natale - San Silvestro

dicembre 31 , 2021

La Parola del Signore
…è ascoltata

In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio. Egli era, in principio, presso Dio: tutto è stato fatto per mezzo di lui e senza di lui nulla è stato fatto di ciò che esiste. In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini; la luce splende nelle tenebre e le tenebre non l’hanno vinta. Venne un uomo mandato da Dio: il suo nome era Giovanni. Egli venne come testimone per dare testimonianza alla luce, perché tutti credessero per mezzo di lui. Non era lui la luce, ma doveva dare testimonianza alla luce. Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo. Era nel mondo e il mondo è stato fatto per mezzo di lui; eppure il mondo non lo ha riconosciuto. Venne fra i suoi, e i suoi non lo hanno accolto. A quanti però lo hanno accolto ha dato potere di diventare figli di Dio: a quelli che credono nel suo nome, i quali, non da sangue né da volere di carne né da volere di uomo, ma da Dio sono stati generati. E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi; e noi abbiamo contemplato la sua gloria, gloria come del Figlio unigenito che viene dal Padre, pieno di grazia e di verità. Giovanni gli dà testimonianza e proclama: «Era di lui che io dissi: Colui che viene dopo di me è avanti a me, perché era prima di me». Dalla sua pienezza noi tutti abbiamo ricevuto: grazia su grazia. Perché la Legge fu data per mezzo di Mosè, la grazia e la verità vennero per mezzo di Gesù Cristo. Dio, nessuno lo ha mai visto: il Figlio unigenito, che è Dio ed è nel seno del Padre, è lui che lo ha rivelato.

…è meditata

Ancora una volta, ci viene proposto questo brano del Santo Vangelo. Questa volta vogliamo riflettere su questo versetto: “dalla sua pienezza noi tutti abbiamo ricevuto: grazia su grazia”. Solo per mezzo di Gesù il bene può raggiungere la pienezza, perché è lui la sorgente della grazia e attingendo a Lui, abbiamo la certezza di camminare sulla strada del bene. A conclusione di questo anno, vogliamo augurare di tenere sempre accesa la luce del Vangelo, quando diremo: “buon anno”, auguriamo a chi ci sta accanto la voglia di farsi illuminare dalla Luce vera, il desiderio ardente di cercare Gesù nei volti di coloro che ci ha messo accanto e di accoglierlo nonostante i limiti e le debolezze che la condizione umana comporta.

…è pregata

Signore, donami la capacità di lodarti per quello che mi hai donato piuttosto che lamentarmi per quello che mi sembra di non avere. Amen.

…mi impegna

Oggi rifletterò su tutti i doni con cui il Signore mi ha arricchito in questo anno.

News dalla Santa Sede

Close

Le ultime news fornite dall'organismo ufficiale di comunicazione del Vaticano

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Caritas - Carrello solidale: aperture di giugno
27, 29 e 30 giugno Leggi

Festa del centenario di Fondazione del Gruppo Alpini
10 luglio, domenica Leggi