Vegliate in ogni momento pregando

I domenica di Avvento

novembre 28 , 2021

La gravidanza è un periodo difficile,
ma anche un tempo meraviglioso.
La madre collabora con Dio
perché si produca il miracolo di una nuova vita.
La maternità proviene da una «particolare potenzialità
dell’organismo femminile,
che con peculiarità creatrice serve al concepimento
e alla generazione dell’essere umano».
Ogni donna partecipa «del mistero della creazione,
che si rinnova nella generazione umana».
Come dice il Salmo:
«Mi hai tessuto nel grembo di mia madre» (139,13).
Ogni bambino che si forma all’interno di sua madre
è un progetto eterno di Dio Padre
e del suo amore eterno:
«Prima di formarti nel grembo materno, ti ho conosciuto,
prima che tu uscissi alla luce,
ti ho consacrato» (Ger 1,5).
Ogni bambino sta da sempre nel cuore di Dio,
e nel momento in cui viene concepito
si compie il sogno eterno del Creatore.
Pensiamo quanto vale l’embrione
dall’istante in cui è concepito!
Bisogna guardarlo
con lo stesso sguardo d’amore del Padre,
che vede oltre ogni apparenza.
(Amoris laetitia, 168)

La Parola del Signore
…è ascoltata

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti, mentre gli uomini moriranno per la paura e per l’attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte. Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire su una nube con grande potenza e gloria. Quando cominceranno ad accadere queste cose, risollevatevi e alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina. State attenti a voi stessi, che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita e che quel giorno non vi piombi addosso all’improvviso; come un laccio infatti esso si abbatterà sopra tutti coloro che abitano sulla faccia di tutta la terra. Vegliate in ogni momento pregando, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che sta per accadere, e di comparire davanti al Figlio dell’uomo».

…è meditata

Le angosce e le ansie che affliggono i popoli non sono solo del passato e dei tempi di Gesù. Ma anche oggi, assistiamo a tali eventi che mettono ansie nel cuore dell’uomo, il quale guarda il futuro con grande incertezza. Non rendendosi o non volendosi rendere conto che molti di questi eventi sono causa del proprio agire. Ma l’uomo non viene mai lasciato solo. Dio che ama l’uomo, viene incontro ad esso mandando suo figlio Gesù e ci chiede di non farci coinvolgere dai mali del mondo ma di stare attenti e vigilare. Nelle nostre famiglie incontriamo periodi più’ o meno bui, causate da malattie, mancanza di lavoro, incomprensioni e altro, in tutto questo e dopo il primo momento di scoraggiamento sentiamo la presenza di Dio Padre che ci ama, ci viene incontro e ci dà la forza per superare tutto. L’essere l’uno accanto all’altro è’ supporto, è presenza di Dio nelle nostre vite che diventano dono reciproco per la famiglia e la comunità. Il nostro vegliare sta nella preghiera come dialogo con Gesù, nelle attività quotidiane svolte come offerta continua rivolte al Padre e nell’abbraccio di Gesù Eucarestia.

…è pregata

Signore Gesù, quando le nostre vite rischiano di essere travolte dai mali del mondo e dal peccato, Tu afferraci con la tua grazia e non permettere che ci perdiamo nelle tribolazioni di ogni giorno. Donaci la consapevolezza del tuo amore e della tua presenza in noi. Amen.

…mi impegna

Oggi rafforzerò il mio impegno con Gesù nella preghiera e nel rapporto con i fratelli.

Illuminare per vedere

Close

Nel Credo – il simbolo Nicenocostantinopolitano – noi affermiamo: “Credo in un solo Signore Gesù Cristo unigenito Figlio di Dio, nato dal Padre prima di tutti i secoli: Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato non creato, della stessa sostanza del Padre”. Confessando questa fede affermiamo un fatto inaudito, ma reale. Il Padre prima di tutti i secoli ha un Figlio. È qualcosa di nuovo e di inaccessibile che è successo in Dio prima...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Caritas - Carrello solidale: aperture di agosto
18 agosto, giovedì Leggi