"Venite, benedetti del Padre mio"

Omelia attribuita a Sant’Ippolito di Roma (? - ca 235), sacerdote e martire - Trattato sulla fine del mondo, 41-43; GCS I, 2, 305-307

marzo 11 , 2019
"Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo. Venite voi che avete amato i poveri e gli stranieri. Venite, voi che siete rimasti fedeli al mio amore, poiché io sono l'amore... Ecco il mio Regno è pronto e il mio cielo aperto. Ecco la mia immortalità si mostra in tutta la sua bellezza. Venite tutti, ricevete in eredità il Regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo". Allora i giusti si meraviglieranno di essere stati invitati ad avvicinarsi come amici - o meraviglia - di colui di cui le schiere angeliche non possono avere una chiara visione. Gli risponderanno a voce alta: "Signore, quando mai ti abbiamo veduto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, assetato e ti abbiamo dato da bere? Eri nudo e ti abbiamo vestito, tu che sogniamo? Tu, l'immortale, quando ti abbiamo visto forestiero e ti abbiamo ospitato? Tu che ami gli uomini, quando ti abbiamo visto ammalato o in carcere e siamo venuti a visitarti? Tu sei l'Eterno. Col Padre tu non hai inizio, e sei co-eterno con lo Spirito. Sei tu che hai creato tutto dal nulla, tu, re degli angeli, tu che gli abissi temono. Tu hai per manto la luce (Sal 104,2). Si tu che ci hai fatti e modellati col fango (Gen 2,7), tu che hai creato gli esserei invisibili. Tutta la terra scompare davanti a te (Ap 20,11). Come possiamo accogliere la tua regalità e sovranità?" Allora risponderà loro il Re dei re: "Ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me. Ogni volta che avete accolto e vestito i poveri di cui ho parlato, che avete dato loro da mangiare e da bere, a loro che sono mie membra (1Co 12,12), l'avete fatto a me. Ma venite nel regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo. Voi gioirete eternamente dei beni di mio Padre che sta nei cieli, e dello Spirito santissimo che dà vita". Quale lingua potrà descrivere tali benefici? "Quelle cose che occhio non vide, né orecchio udì, né mai entrarono in cuore di uomo, queste ha preparato Dio per coloro che lo amano" (1Co 2,9).     

Renato Quintavalla

Close

A 25 anni dalla scomparsa ancora vivo il ricordo di Quintavalla Alcuni giorni prima della partenza di Suor Dina per l’Africa, ho avuto modo di parlare con lei della sua imminente trasferta e di sfogliare il ricco album dei ricordi delle sue precedenti esperienze in Costa d’Avorio. Quante foto ormai ingiallite e scolorate, articoli di giornale, innumerevoli lettere ricevute e le copie azzurrognole delle sue risposte scritte a...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Agenda del Vescovo : Pellegrinaggio in Terra Santa
15 settembre 2019, domenica ore: Leggi

Appuntamenti diocesani : Pellegrinaggio diocesano in Terra santa
15 settembre 2019, domenica ore: Leggi

Appuntamenti diocesani : Riapertura Archivio storico...
16 settembre 2019, lunedì ore: Leggi

Appuntamenti diocesani : Tenda della Parola...
18 settembre 2019, mercoledì ore: 21:00 Leggi

Appuntamenti diocesani : Consiglio Affari Economici...
18 settembre 2019, mercoledì ore: 15:00 Leggi