"Vivere, è Cristo"

San Paciano (? - ca 390), vescovo di Barcellona - Discorso sul battesimo; PL13,1093 (trad. l'Ora dell'Ascolto)

novembre 20 , 2021
Non morremo mai più. Anche se questo corpo sarà preda della corruzione, vivremo in Cristo, come egli stesso ha detto: "Chi crede in me, anche se muore, vivrà" (Gv 11, 25). Siamo quindi certi, sulla parola di Dio, che Abramo, Isacco, Giacobbe e tutti i santi di Dio vivono. Il Signore effettivamente ha detto che vivono, perché colui che è il loro Dio è "Dio dei vivi e non dei morti". Parlando di se stesso, l'Apostolo afferma: "Per me vivere è Cristo e il morire un guadagno; desidero di essere sciolto dal corpo per essere con Cristo" (Fil 1, 21-23). (...) Questa è la nostra fede, o carissimi fratelli. Del resto, "se noi riponiamo la nostra speranza soltanto in questo mondo, siamo da compiangere più di tutti gli uomini" (1 Cor 15, 19). La nostra vita materiale, come voi medesimi potete osservare, ha la stessa durata di quella delle fiere, degli animali, degli uccelli e magari anche minore. Caratteristica dell'uomo invece è di ottenere quello che Cristo ha dato per mezzo del suo Spirito, la vita eterna, a patto però che non pecchiamo più. Come la morte viene a causa del peccato, così dalla morte siamo liberati per mezzo della santità; la vita si perde col peccato, mentre viene salvata dalla santità. "La morte è il salario del peccato; ma dono di Dio è la vita eterna, in Gesù Cristo nostro Signore" (Rm 6, 23).     

Mons. Alberto Spagnoli

Close

Ricordo di MONS. ALBERTO SPAGNOLI(19 marzo 1923 – 13 ottobre 1998) Per ricordare questo sacerdote che dal 1978 al 1998 ha guidato la Comunità di Traversetolo, riportiamo quanto di lui ha scritto, alcuni anni fa, don Domenico Magri (recentemente scomparso), e pubblicato in “Vescovipretisuoreamici”, Editrice Likecube – 2012. “Il mio ricordo di Don Alberto Spagnoli: è...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni