"Volete andarvene anche voi?"

Santa Caterina da Siena (1347-1380), terziaria domenicana, dottore della Chiesa, compatrona d'Europa - Lettera 301, a Francesco di Pipino, sarto a Firenze, e a sua moglie

maggio 06 , 2017
Carissimo figliuolo, carissima figliola in Cristo dolce Gesù... scrivo a voi nel prezioso sangue suo; con desiderio di vedervi veri servi di Gesù crocifisso, costanti e perseveranti fino alla morte, affinché riceviate la corona di gloria (1Pt 5,4), che non è data a colui che inizia soltanto, ma a colui che persevera fino alla fine. Voglio dunque che vi applichiate con zelo a correre nella via della verità, sforzandovi di crescere di virtù in virtù. Non avanzare è indietreggiare, poiché l'anima non può mai star ferma. E come potremo, carissimi figlioli, far crescere il fuoco del santo desiderio? Mettendo legna sul fuoco. Quale legna? Il ricordo dei molti e infiniti doni di Dio, che sono innumerevoli, e soprattutto il sangue versato dal Verbo, il Figlio unigenito, per mostrarci l'amore ineffabile che Dio ha per noi (Gv 3,16). Al ricordo di questo dono e di tanti altri, vedremo crescere il nostro amore.     

« Gli pose le dita negli occhi e... gli...

Close

La forza divina che l’uomo non può toccare è discesa, si è avvolta di un corpo palpabile, affinché i poveri possano toccarla e, toccando l'umanità di Cristo, percepiscano la sua divinità. Attraverso le dita di carne il sordomuto ha sentito che gli toccavano gli occhi e la lingua. Attraverso le dita palpabili, ha percepito la divinità intoccabile quando il nodo della sua lingua venne sciolto e le porte chiuse dei suoi occhi vennero...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Giornata del Malato
03 febbraio, venerdì Leggi

Festa della Ceriola
05 febbraio, domenica Leggi

Caritas - Carrello solidale: aperture di febbraio
6, 7, 8 febbraio Leggi

Falò di Carnevale
18 febbraio, sabato, dalle ore 19.45 Leggi