I 70 anni di Don Giancarlo

18 aprile 2019

Ogni anno la data del proprio compleanno ritorna puntuale a ricordarci il trascorrere del tempo.

Il 18 aprile anche don Giancarlo ha aggiunto un anno in più raggiungendo un bellissimo traguardo: 70anni. Li ha ma non li dimostra: entusiasmo e impegno nella sua missione sono sempre nuovi come il desiderio di dare ancora di più grazie all’esperienza.

Quest’anno il giorno del compleanno di don Giancarlo è coinciso con il Giovedì Santo, quindi la festa è stata quanto mai intima e dedicata ai fanciulli: il pranzo all’Asilo Paoletti con i più piccini, la sera, in Oratorio con i catechisti e i bambini di Prima Comunione, partecipi alla “Lavanda dei piedi” nel corso della messa in Coena Domini.

Non poteva mancare la torta, splendida! Un piccolo capolavoro.

Un grazie particolare da parte di don Giancarlo a chi si è impegnato per organizzare, a chi ha confezionato la torta, ai bambini, ai catechisti e genitori e a tutti coloro che hanno manifestato il loro augurio.

Tutta la comunità parrocchiale, cogliendo l’occasione del Giornalino, esprime il proprio augurio di tanti altri compleanni tra noi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Don Giancarlo Reverberi ha compiuto 70 anni lo scorso 18 aprile. Per festeggiarlo le famiglie della parrocchia hanno partecipato alla messa serale, celebrata dal parroco, e a seguire hanno organizzato una festa nella canonica con una bella sorpresa: la torta donata da Alessandra Pellegrino, di “T’intorto”. La giovane esperta di cake design, già in passato aveva dedicato torte speciali don Reverberi per il suo compleanno. Quest’anno i protagonisti nel colorato decoro del dolce erano proprio i bambini, che, raccolti intorno al parroco, hanno assistito con entusiasmo al taglio della torta di compleanno. Come da tradizione, visto l’approssimarsi della Pasqua, non è mancata in cima alla torta anche la colombina bianca, simbolo di pace».

Bianca Maria Sarti - Gazzetta di Parma 18.04.2019

Benedizione degli animali

Close

Il morbo, oggi scientificamente noto come herpes zoster, era conosciuto sin dall’antichità come “ignis sacer” (“fuoco sacro”) per il bruciore che provocava. Per ospitare tutti gli ammalati che giungevano, si costruì un ospedale e ven- ne fondata una confraternita di religiosi, l’antico ordine ospedaliero degli ‘Antoniani’; il villaggio prese il nome di Saint-Antoine de Viennois. Il Papa accordò agli Antoniani il privilegio...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Appuntamenti Associazioni, Movimenti, Parrocchie... : Messa con i Templari
17 luglio 2019, mercoledì ore: 17:30 Leggi

Agenda del Vescovo : Ufficio pastorale familiare della Cei
17 luglio 2019, mercoledì ore: Leggi

Agenda del Vescovo : Monastero carmelitano
17 luglio 2019, mercoledì ore: 17:00 Leggi

Appuntamenti diocesani : Campo estivo AC giovanissimi (3ª media –1ª superiore) 2019
17 luglio 2019, mercoledì ore: Leggi

Appuntamenti diocesani : Compleanno del Vescovo
18 luglio 2019, giovedì ore: Leggi