Un pacco regalo con articoli di cartoleria per la scuola

Pacchi alimentari, ma non solo. Nell’occasione del Natale, Caritas locale si prodiga per rendere più serene, per quanto possibile, le festività di tante famiglie che sono entrate in sofferenza anche a causa dell’emergenza sanitaria ed economica da Covid-19.

Con il sostegno di tutta l’amministrazione comunale, e in particolare degli assessorati ai Servizi sociali e alla Scuola, ha realizzato pacchi regalo che sono stati consegnati questo pomeriggio, venerdì 18 dicembre, a bambini/e e ragazzi/e di età dagli uno ai 16 anni. La distribuzione è avvenuta nella sede Caritas, con l’assessore Laura Mattioli, il presidente di Caritas Traversetolo don Giancarlo Reverberivolontari, volontarie e coordinatrice, nel rispetto delle norme di sicurezza anticovid-19.

Nei pacchi, i più giovani hanno trovato zaini e astucci, acquistati con il contributo dell’assessorato ai Servizi sociali, e quaderni, penne, matite colorate grazie alla generosità di alcuni commercianti del paese. In più, per i ragazzi e le ragazze più grandi, sono stati aggiunti alcuni piccoli regalini “sfiziosi” di profumeria.

 

Il dono è andato a quelle famiglie di cui è stato verificato lo stato di effettiva necessità, attraverso il Servizio sociale.

Questa iniziativa va ad aggiungersi alle altre messe in campo da Caritas per il periodo natalizio (oltre a quelle portate avanti tutto l’anno): dalla consegna di panettoni all’interno del consueto pacco alimentare per le famiglie al calendario dell’avvento al contrario (per saperne di più su queste iniziative leggere QUI). Inoltre, in questi giorni volontarie Caritas stanno portando i panettoni e facendo gli auguri di Natale alle persone anziane seguite.

Come si affrontava la vecchiaia nel 1500?

Close

Parlare di vecchiaia per un’epoca ormai tanto lontana potrebbe sembrare marginale dato che, come tutti sanno, la vita media era di lunga inferiore all’attuale. Per questo però già dai quaranta ai cinquant’anni ci si sentiva vecchi e, se in salute, ci si preoccupava di pianificare la propria assistenza per l’incognita degli anni futuri. Cosa che, il più delle volte, riguardava i beni, mobili ed immobili: chi ne aveva procedeva alla stesura del...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Alla scuola dei Salmi: salmo 144 (145)
31 luglio, sabato, ore 17.00 Leggi