Il tempietto di San Rocco

Nel territorio del nostro comune numerose sono le maestà, piccoli tempietti disseminati lungo antichi cammini, sia addossati ai muri esterni delle case più vetuste del paese, sia veri e propri tempietti disseminati nei campi. A Traversetolo ne sono state censite recentemente una cinquantina, alcune delle quali di notevole interesse storico e artistico, risalenti anche al secolo scorso. In fondo al paese si trova anche una vera e propria cappella dedicata a San Rocco, la cui prima pietra venne posta dall'arciprete don Mario Affolti nel 1951. Nell'epigrafe possiamo leggere. “Ad onore di San Rocco che la pietà dei traversetolesi invocò e sentì efficace protettore a cui nel corso dei secoli eresse e rielesse votive cappelle che l'ingiuria dei tempi o esigenze di piano regolatore fecero scomparire questa edicoletta ideata dalla passione del professor Renato Brozzi per volontà espressa dal popolo raccolta da un comitato fu oggi iniziata per ricordare e propiziare l'intercessione del santo".

La storia della cappella si intreccia con quella del paese. Per l'edificazione della cappella, alcuni generosi parrocchiani avevano donato il terreno, una ditta locale il materiale da costruzione mentre Renato Brozzi ne aveva ideato il progetto e valenti artigiani avevano amorosamente eseguito il lavoro. Tutta la popolazione di Traversetolo ha contribuito alla realizzazione della proposta intesa ad onorare il santo che aveva preservato in passato il paese da ogni sorta di epidemia. Già alla fine del quattordicesimo secolo il santo era considerato patrono degli ospizi, dei prigionieri, dei pellegrini e soprattutto degli appestati e dei colpiti da malattie epidemiche.

A Traversetolo un primo tempietto venne eretto nel 1664. Venne poi restaurato nel 1714 e successivamente ai primi anni dell'Ottocento. Nel 1935 il tempietto che sorgeva al bivio della strada della Costa venne demolito perché risultava d'impaccio ai veicoli della zona dove erano sorti nuovi edifici ad uso di abitazione richiesti dal continuo accrescimento della popolazione. Per realizzare il desiderio di molti traversetolesi di far risorgere l'oratorio, sorse il comitato per le onoranze a San Rocco che portò alla riedificazione del tempietto di fronte alla casa di riposo "Pigorini", dove ancora oggi, nel giorno del santo, il 16 agosto, venne offerta alla venerazione dei fedeli una sacra reliquia al termine di una solenne processione.

Nella sommità della costruzione possiamo leggere "Divo Rocho" che in latino significa "Al divino Rocco"





© Sonia Moroni La riproduzione dei contenuti di questo sito, senza il consenso dell'autore è proibita.
La citazione è consentita solo indicando fonte ed autore del testo
Hai trovato interessante questo articolo? Desideri approfondire i fatti narrati? Hai un argomento in particolare che vorresti fosse trattato? Vuoi contribuire alla ricerca storica mettendo a disposizione le tue conoscenze o il tuo materiale documentale? Contattaci!

La risurrezione: pienezza di vita...

Close

Perché smarrirti così lontano alla ricerca dei beni dell'anima e del corpo? Ama l'unico Bene in cui sono tutti i beni: ciò basta... Lassù si trova tutto ciò che si può amare e desiderare. Ami la bellezza? « I giusti splenderanno come il sole » (Mt 13,43). Oppure l'agilità o la forza di un corpo libero e svincolato da ogni ostacolo? « Saranno come angeli nei cieli »... Oppure una vita lunga e...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Appuntamenti Associazioni, Movimenti, Parrocchie... : Messa con i Templari
17 luglio 2019, mercoledì ore: 17:30 Leggi

Agenda del Vescovo : Ufficio pastorale familiare della Cei
17 luglio 2019, mercoledì ore: Leggi

Agenda del Vescovo : Monastero carmelitano
17 luglio 2019, mercoledì ore: 17:00 Leggi

Appuntamenti diocesani : Campo estivo AC giovanissimi (3ª media –1ª superiore) 2019
17 luglio 2019, mercoledì ore: Leggi

Appuntamenti diocesani : Compleanno del Vescovo
18 luglio 2019, giovedì ore: Leggi