Rodolfo Fantini

Il 15 agosto 1979 moriva a Bologna il Prof. Rodolfo Fantini. Nato a Montechiarugolo il 9 giugno 1893 da Luigi e Tonelli Maria, visse la sua giovinezza in Traversetolo per poi stabilirsi, dopo la laurea in lettere, a Bologna dove ha svolto l’attività di insegnante e ricercatore.
Particolarmente legato a Traversetolo ed in particolare a Don Varesi, ha dedicato al nostro paese numerosissimi saggi storici. Pur vivendo a Bologna, appena gli era possibile, raggiungeva il paese partecipando attivamente alla vita sociale e politica.
A due anni dalla scomparsa, il 13 settembre 1981, giorno della sagra di Traversetolo, così lo ricordava l’amico prof. Alessandro Albertazzi, collaboratore della Gazzetta di Parma:
… la sua morte, avvenuta due anni or sono, il 15 agosto 1979, ha pianamente e pienamente messo il sigillo ad una vita operosa, posta senza risparmio alcuno al servizio degli altri, ma meglio sarebbe dire al servizio dei fratelli, perché per Fantini ogni uomo fu, prima di tutto, un fratello. Alle sue doti di cultura, alla sua competenza in campo storico, occorre infatti premettere le sue qualità morali: una cordiale umanità, una fede incrollabile, un’assoluta serenità di giudizio, un candore incomparabile attraverso il quale ogni evento e ogni essere umano venivano trasfigurati e circonfusi di alone di bontà, riflesso della sua visione cristiana della vita.
La sua estrema modestia per tutto l’arco, un lungo arco iniziato nel 1893 della sua esistenza, giunse fino alla rinuncia a vedere riconosciuti i suoi meriti di studioso serio e attento. Ma anche la sua totale disponibilità a condividere le sofferenze degli umili, nell’intento di contribuire in modo concreto, con chiunque e per tutti, a edificare le basi morali, prima, materiali, poi, di un’esistenza migliore, è da mettere ben in evidenza. L’erudito, l’educatore costantemente aggiornato sono una conseguenza della sua formazione e della sua milizia nel movimento sociale cattolico della sua giovinezza, negli anni di Giuseppe Micheli, trascorsa alla scuola viva della comunità ecclesiale di Traversetolo. Questa attività continuata anche negli anni della piena maturità e della vecchiaia, senza soste, né ripensamenti, in realtà costituisce la base profonda, la motivazione prima delle sue ricerche in campo storico. Ma si tenga presente che questa formazione, proprio perché fondata sulla verità, non permise mai che il documento, il risultato oggettivo della ricerca, fosse subordinato e condizionato alle contingenze del momento.
… della sua formazione e della sua attività a Parma sono particolarmente da ricordare la comunanza d’impegno e di interessi con Giuseppe Micheli “il re della montagna parmense”; la presenza nelle file della gioventù cattolica, modellata sul sistema educativo salesiano; l’azione politica, dopo la dura e sofferta esperienza della prima guerra mondiale, nel partito popolare, di cui fu dirigente provinciale quando ormai la stella del fascismo stava raggiungendo l’apice, nel 1924. In questa esperienza unitaria sono rintracciabili i motivi del suo interesse per la ricerca storica locale; del suo patriottismo, concepito come concreta esperienza di popolo, che lo portò a condividere le speranze e le fatiche dell’”ultima guerra del Risorgimento” e, ad un tempo, a ritenere giustamente superati gli storici steccati, per reinserire in concreto la Chiesa nella storia del popolo italiano; dell’amore per le piccole cose, sottolineato dalla franchezza e freschezza dei rapporti personali.
… non può meravigliare che i primi lavori di Fantini riguardino Traversetolo … nell’arco di un cinquantennio, dal 1922 al 1974, con saggi e articoli, Fantini continuò a ritornare sull’argomento, di volta in volta fornendo nuovi particolari, sottolineando nuovi aspetti, raccogliendo nuove testimonianze, infine aggiungendo la propria alle altre, fino a descrivere la vita del comune e del suo territorio dal primo insediamento delle “antichissime popolazioni italiche” ai nostri giorni. Così alla necrologia dei morti per la Patria, il suo primo opuscolo, scritta nel 1922 quale reduce e segretario del comitato per l’erezione del monumento alla memoria, fece seguire, due anni dopo, il saggio sulla storia del comune dalle origini agli ultimi sviluppi, significativamente pubblicato nella biblioteca de “La Giovane Montagna”. Preceduti da una serie di articoli, che in qualche modo ne anticipavano il contenuto, nel 1929 pubblicò ulteriori cenni storici in occasione dell’inaugurazione della Chiesa parrocchiale e, passati dieci anni, un nuovo lavoro incentrato sull’istruzione a Traversetolo, ben documentato, per celebrare degnamente l’inaugurazione del nuovo edificio scolastico. Nel 1942, ancora nei quaderni de “La Giovane Montagna” raccoglieva gli articoli dedicati a Traversetolo e il Risorgimento nazionale … a cura dell’ANPI è invece la pubblicazione del diario, prezioso per molteplici ragioni, redatto durante il periodo clandestino. Infine nel 1974, in una serie di articoli pubblicati sulla Gazzetta di Parma, tracciò la storia di Traversetolo dagli inizi del Novecento al fascismo. La sua collaborazione alla “Gazzetta” iniziò negli anni Venti, con un articolo, il 31 maggio 1923, su Renato Brozzi (al quale ha dedicato in seguito più di un saggio). Se si considerano anche gli articoli apparsi sul “Corriere Emiliano”, le sue collaborazioni sono oltre sessanta. … L’ultimo articolo di Fantini, la sua ultima fatica, su Mons. Conforti “servo di Dio”, apparve proprio sulla “Gazzatta” il 1° luglio 1979.   





© Sonia Moroni La riproduzione dei contenuti di questo sito, senza il consenso dell'autore è proibita.
La citazione è consentita solo indicando fonte ed autore del testo
Hai trovato interessante questo articolo? Desideri approfondire i fatti narrati? Hai un argomento in particolare che vorresti fosse trattato? Vuoi contribuire alla ricerca storica mettendo a disposizione le tue conoscenze o il tuo materiale documentale? Contattaci!

Liturgia del giorno

Close

Le letture del giorno secondo il calendario liturgico.

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Appuntamenti Associazioni, Movimenti, Parrocchie... : Messa con i Templari
17 luglio 2019, mercoledì ore: 17:30 Leggi

Agenda del Vescovo : Ufficio pastorale familiare della Cei
17 luglio 2019, mercoledì ore: Leggi

Agenda del Vescovo : Monastero carmelitano
17 luglio 2019, mercoledì ore: 17:00 Leggi

Appuntamenti diocesani : Campo estivo AC giovanissimi (3ª media –1ª superiore) 2019
17 luglio 2019, mercoledì ore: Leggi

Appuntamenti diocesani : Compleanno del Vescovo
18 luglio 2019, giovedì ore: Leggi